Monitorare la CO2 nelle scuole e uffici

Un indicatore della qualità dell'aria ambiente è la concentrazione di anidride carbonica (CO₂ – diossido di carbonio) nell'aria.

Gli strumenti di misura con sensore di CO₂ vi permettono di controllare in modo affidabile questo valore importante, infatti, se la qualità dell'aria diminuisce (concentrazione di CO₂ nell'aria in aumento), diminuisce anche la nostra prestazione.

Numerosi studi hanno dimostrato la correlazione tra qualità dell'aria interna e produttività. Quando gli spazi interni sono sufficientemente ventilati, le prestazioni delle persone aumentano in modo significativo. Questo è un problema enormemente sottovalutato di cui a nessuno piace parlare. Ogni giorno i lavoratori negli uffici e gli studenti nelle scuole soffrono di "sindrome dell'edificio malato", mal di testa, affaticamento, perdita di produttività e altri problemi di salute direttamente correlati all'accumulo interno di CO2.

Inoltre, gli studi hanno dimostrato che aumentando i tassi di ventilazione, è possibile ridurre significativamente il rischio di contagio da COVID-19 indoor. Misurando la CO₂ si deduce se i tassi di ventilazione sono sufficienti, indicando così il livello di rischio di contagio COVID-19.


Esempio 1:

In un'aula senza ricambio d'aria, l'Insegnante trasmette il COVID-19 a molti studenti.

Esempio 1:

In un'aula con ricambio d'aria, l'Insegnante trasmette il COVID-19 a pochi studenti.


Il mondo vive in stanze soffocanti da troppo tempo!

Ti sei mai sentito male e stanco durante il giorno senza una ragione apparente? O hai fatto del tuo meglio per concentrarti in una riunione, mentre hai la sensazione che la tua testa sia stata imbottita di cotone?

Cos'è il CO₂?
Espirando l'uomo emette anidride carbonica incolore e inodore, un composto gassoso di carbonio e ossigeno che, a elevata concentrazione è dannoso o letale.

Se la concentrazione di CO₂ nell'aria che respiriamo supera i 150.000 ppm, subentra la perdita di conoscenza.
Il valore limite di CO₂ negli uffici è di 1000 ppm.
Il valore ottimale è di 400 ppm.


5 consigli per effettuare una misura di CO₂ efficiente!

Scegliere il misuratore di CO₂ giusto per una misura sicura dei gas combusti non è un problema: tutti i modelli da Noi proposti, soddisfano le elevate esigenze di utenti professionisti di tutto il mondo. E per garantire davvero la massima precisione di misura con il misuratore di CO₂, basta osservare questi 5 consigli, piccoli, ma importanti:

  1. Scegliete lo strumento di misura giusto: Avete bisogno di un misuratore di CO₂ per un rilevamento continuo dei dati o piuttosto eseguite misurazioni sporadiche in diversi posti? A seconda delle esigenze, per voi sarà ideale un data logger di CO₂ fisso o un misuratore di CO₂ portatile o uno strumento per misure climatiche come testo 400.
  2. Prestate attenzione alle condizioni ambientali: Sia le polveri sottili che la condensazione influiscono sul tratto ottico e quindi sui risultati della misura.
  3. Non respirate sulla sonda: Il vostro respiro è saturo di CO₂ e non deve essere diretto verso la sonda. Usate piuttosto un cavalletto oppure poggiatelo su un tavolo e mettetevi di lato.
  4. Misurate alla vostra altezza: Durante le misurazioni sul posto di lavoro determinate il valore di CO₂ all'altezza delle persone che vi lavorano.
  5. Controllo di routine in caso di valori di CO₂ elevati:  Se è presente una concentrazione elevata di CO2, la causa può essere che il sistema di ventilazione non è impostato correttamente. È sempre il caso di fare un breve controllo.

Video

Video 1
Video 2
!